Due vite a vela

La svolta..

Col tempo la passione per il windsurf è cresciuta e con lei le occasioni che ci creavamo per vivere il mare in ogni suo aspetto fino al fatidico incontro con il mondo delle barche a vela.

Marco, un nostro caro amico, ci propose di provare la sensazione di fare windsurf a diverse miglia dalla costa, dove le profondità rendono il mare di un blu intensissimo e lo sguardo non riesce a scorgere la costa…

Non potevamo perdere questa occasione quindi accettammo l’invito. Noi, lui e la sua famiglia ci incontrammo al porto la settimana dopo con tutto il necessario per passare una bella giornata. Al momento di caricare le tavole ci accorgemmo che la barca di cui marco ci aveva parlato era una bellissima barca a vela…

Mollammo gli ormeggi e mentre raggiungevamo a motore l’imboccatura del porto noi continuavamo a osservare tutto quelllo che faceva Marco dietro la gigantesca ruota del timone.

L’equipaggio formato dalla sua famiglia era organizzatissimo.

Appena fuori dal porto i suoi figli recuperarono i parabordi che ormai non servivano più, li legarono ordinatamente e li stivarono in un gavone.   La moglie si muoveva sul ponte con una tranquillità estrema e in un attimo liberò le vele che ora erano pronte ad essere issate.

Poche parole e l’equipaggio era in posizione.

Marco con un sorriso mi invitò a prendere il timone spiegandomi quale rotta tenere e come comportarmi mentre lui avrebbe provveduto ad issare randa e fiocco.

Non scorderò mai la sensazione che provai nel tenere tra le mani quel timone, mi resi conto da subito che la gestione della barca ricordava effettivamente quella del windsurf anche se le reazioni ai movimenti del timone erano meno repentine.

L’amore nacque però nel momento in cui venne spento il motore…in pochi attimi il silenzio prese il sopravvento e gli unici suoni erano quello del vento che gonfiava le vele e dello scafo che scivolava sull’acqua.

Suoni dei quali non avremmo più potuto fare a meno!

La passione ci portò negli anni a seguire corsi, a conseguire le patenti nautiche e soprattutto a non perdere l’occasione di imbarcarci.  Non importava con chi o per chi, che fossero amici, conoscenti o amici di amici in cerca solo di un equipaggio capace, l’unica cosa che volevamo era navigare!

Sailor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.